Coltivare la sostenibilità: i partecipanti alla tavola rotonda

CONVEGNOManca un settimana al Convegno “coltivare la sostenibilità: le opportunità della green economy per la filiera agroalimentare trentina” che si terrà venerdì 30 gennaio 2015 a Trento presso la sala don Guetti di Cassa Centrale Banca.

Per chi non si è ancora iscritto, lo può fare qui.

 

Iniziamo a conoscere le imprese che parteciperanno alla tavola rotonda:

Caviro soc. coop. agricola

Faenza (RA)

Partecipa: Giovanni Marani– Direttore Ricerca e sviluppo Qualità ed Ambiente Sicurezza

Caviro è una cooperativa agricola con la missione di valorizzare le uve dei propri viticoltori. Questo significa dare uno sbocco alle diverse varietà che ognuna delle nostre regioni produce portandole sui mercati mondiali in ogni fascia di consumo. Per essere in grado di confrontarsi con concorrenti di tutto il mondo l’unica via è puntare sulla qualità. Questo risultato è raggiunto attraverso la selezione dei propri Soci e attraverso rigorosi capitolati di fornitura e produzione.

Qui il suo impegno ambientale: pagina web.

 

Conserve Italia soc. coop. agricola

San Lazzaro di Savena (BO)

Partecipa: Claudio Pennucci – Responsabile del settore orticolo

Conserve Italia nasce come consorzio di III grado che commercializza i prodotti finiti conferiti dalle cooperative di trasformazione associate, ma dal 1994 gli stabilimenti passano sotto la diretta gestione di Conserve Italia che diviene così consorzio di II grado a cui è affidata tutta l’attività sia industriale che commerciale. I soci del consorzio sono oggi le 49 cooperative di primo grado che conferiscono le materie prime destinate alla trasformazione industriale. Il fatturato è più che decuplicato, in una progressione costante e senza strappi, tipica del leader consapevole che ad ogni primato che si consolida corrisponde una nuova possibilità di sviluppo per il mondo agricolo.

 

Granarolo S.p.A.

Bologna

Partecipa: Mirella Di Stefano – Gestione ambientale

Granarolo è il maggiore gruppo agro-industriale del Paese a capitale italiano che comprende due realtà diverse e sinergiche: un consorzio di produttori di latte – Granlatte – che opera nel settore agricolo e raccoglie la materia prima e una società per azioni – Granarolo S.p.A. – che trasforma e commercializza il prodotto finito e conta 10 siti produttivi a fine 2014 dislocati su tutto il territorio nazionale e 2 siti in Francia. Il Gruppo Granarolo rappresenta così  la più importante filiera italiana del latte direttamente partecipata da produttori associati in forma cooperativa.

Qui il suo impegno ambientale: pagina web.

 

Gruppo Unipeg Soc. Coop. Agricola

Reggio Emilia

Partecipa: Leonardo Benatti – Responsabile Area energia ed ambiente

Unipeg nasce nel 2004 dall’unificazione di Unicarni scrl e MCLC Pegognaga Scrl. Riunendo così l’esperienza più che cinquantennale di due aziende cooperative nel settore delle carni bovine, diventa la prima azienda cooperativa del settore delle carni bovine in Italia, con oltre 1.000 soci, più di 600 persone occupate e un fatturato di oltre 400 milioni di euro.

Nel 2011 acquisisce l’azienda Castel Carni, che trasforma inAssoFood nel gennaio 2013, una delle realtà più innovative in Italia nel settore dei porzionati di carne e degli elaborati.

Qui il suo impegno ambientale: pagina web.

 

Vieni a conoscere queste realtà e scopri quale scelte di green economy hanno adottato nel corso degli ultimi anni e i benefici che ne hanno tratto.

Ti aspettiamo!

2 Responses

  1. […] la sostenibilità“, promosso e organizzato dalla Federazione Trentina della Cooperazione e da Trentino Green Network, con il patrocinio di EXPO 2015. Il convegno è rivolto alla filiera agroalimentare trentina e […]

  2. […] grande interesse la Tavola rotonda con le testimonianze di Caviro, Gruppo Conserve Italia, Granarolo e Gruppo Unipeg moderate da […]

Rispondi