Bilancio di Sostenibilità per il Gruppo Mezzacorona, seconda edizione

L’Assemblea annuale dei 1.600 soci di Mezzacorona è stata la felice cornice all’interno della quale è stato presentato il secondo Bilancio di Sostenibilità del Gruppo Mezzacorona, realizzato con lo standard GRI e il supporto tecnico-metodologico di Trentino Green Network.

Si conclude per il Gruppo Mezzacorona un’annata dai risultati record, come cita L’Adige: nei conti chiusi al 31 luglio scorso, il fatturato del gruppo tocca il livello record di 188,2 milioni, l’1,9% in più dell’anno precedente e il 26,6% in più negli ultimi sette anni, trainato dalle bollicine Rotari col +11%. Record anche per l’utile netto a quota 3,1 milioni, il doppio degli 1,6 milioni dello scorso esercizio. Aumentano di 7 unità i dipendenti, arrivati a 479.

In primo piano l’impegno per la sostenibilità, come dimostra il conseguimento della Certificazione  SQNPI non solo per l’uva ma ora anche per il vino imbottigliato.

L’SQNPI è la Certificazione ministeriale che garantisce la filiera di qualità sostenibile del vino, frutto di un percorso virtuoso dalla campagna alla bottiglia. Si tratta di un esempio unico in Italia di coordinamento per la produzione di Qualità Integrata Sostenibile di migliaia di agricoltori, tanto più importante poiché riguarda una realtà agricola composita presente in tutto il Trentino.

La sostenibilità è un lavoro di lungo periodo, occorre diffonderne la cultura (Luca Rigotti, Presidente del Gruppo Mezzacorona)

L’interesse del mercato c’è, ad esempio dai buyer della grande distribuzione ma anche dai mercati esteri. Per i consumatori abbiamo messo il collarino alle bottiglie. La richiesta è quella di un’azienda sostenibile in senso ampio (Stefano Fambri, Direttore Nosio SpA)

Altro traguardo importante è stato l’ottenimento della Certificazione GRASP da parte del Consorzio frutticolo Valentina, modulo aggiuntivo dello standard GLOBAL G.A.P, focalizzato sulla valutazione degli aspetti sociali connessi alle attività dei lavoratori in agricoltura. Sempre nell’ottica della sostenibilità, in questi due anni il Gruppo ha lavorato per la progressiva riconversione ad agricoltura biologica dei vigneti in Sicilia e di una parte della propria produzione di mele in Trentino.

Ma dal Bilancio non emerge “solo” il grande impegno ambientale del Gruppo, bensì anche le caratteristiche di sostenibilità sociale, tra cui l’aumento dell’occupazione femminile e la scelta di fornitori locali.

Il Bilancio di Sostenibilità del Gruppo Mezzacorona, stampato in una veste grafica estremamente raffinata e arricchito di scatti fotografici realizzati ad hoc, sarà a breve consultabile online nella sezione dedicata del sito Sostenibilità.

 

Rispondi